Haiku

Esposizione Ovest; Difficoltà dal 5c al 7a

Lunghezza min itinerari (m): 15

Lunghezza max itinerari (m): 20

Posta sotto Muro di Vetro e sopra le Paretine di Caprie anche questo settore viene attrezzato da G.C. Grassi nel 1986 insieme a Pettigiani M.

I 5 tiri che la compongono vengono associati ognuno ad uno dei caratteristici componimenti giapponesi che le conferiscono il nome (Haiku) con il desiderio di lasciare un pensiero che vada oltre delle semplici parole apparentemente prive di senso.

Poco apprezzata questa falesia viene facilmente dimenticata ed assorbita dalla fitta vegetazione nella quale è stata immersa fino al 2012.

Alle 5 vie iniziali se ne aggiungono così altre 6 per un totale di 11 tiri, tutti piuttosto tecnici...

Nel 2015 con un piccolo concorso la falesia viene completata anche delle poesie mancanti.

 

Essendo esposta a sud il periodo ideale sono le mezze stagioni e le assolate giornate invernali.

L'Haiku è una brevissima poesia dai toni semplici, senza alcun titolo; che elimina fronzoli lessicali e retorica e che trae la sua forza dalle suggestioni della natura nelle sue diverse stagioni.  

Essa è formata solo da tre versi ed ha caratteristiche molto precise.

Nell'Haiku classico i versi sono formati da un numero preciso di more (sillabe): il primo ne contiene cinque, il secondo sette, il terzo di nuovo cinque; per un totale di diciassette. 

 

La tecnica tradizionale contrappone due immagini contrastanti, una allude al tempo o al luogo e l‘altra invece è collegata ad un sentimento o a un'emozione.

Al suo interno la costante presenza di un KIGO, ovvero di una parola o di una situazione che fa riferimento a una delle quattro stagioni.

 

Il risultato è una sintesi che per la sua immediatezza e apparente semplicità, richiama profondi stati d’animo che bypassano l'intelletto.

 

"Nella pioggerellina primaverile

di certo

è uscito lo spiritello della pietra"

 

Via del secondo Haiku

("Arrampicate in Val di Susa. Itinerari a Caprie" Gian Carlo Grassi)

Accesso Stradale

Bar della Francese

Per arrivare a Caprie seguire le indicazioni nella pagina "Come ci arriviamo?".

Giunti al Bar Farandole o Bar della Francese (Punto "A" nella piantina) proseguire in direzione Campambiardo-Celle.

Dopo diversi tornati si nota sulla destra un guard rail all'inizio del quale c'è l'evidente indicazione " Falesia del Silenzio", " Parete degli Haiku" "Vaioland", " Muro di Vetro" e " Oasi dei Castagneti".

A sx vi è uno slargo sufficiente ad ospitare 3/4 auto.

Avvicinamento

Guard-rail con indicazioni Haiku

Individuare accanto al guard -rail il sentiero in leggera discesa .

Dopo qualche minuto di sentiero si giunge ad un bivio con un cartello in legno che indica a sinistra la direzione per Muro di Vetro e a destra la direzione per la "Parete degli Haiku".

Proseguire diritto ( sulla destra si nota la postazione elettrica di rilevamento del movimento dei massi ).

Da qui il sentiero inizia a scendere più bruscamente e in pochi minuti si arriva alla parete.

10 min dal parcheggio.

Note Tecniche

  • Essendo una falesia che è stata per anni in completo abbandono la roccia è bella e nuovaSe da un lato questo rappresenta un aspetto positivo dall'altro occorre porre attenzione alle prese ed alle scaglie che possono ancora staccarsi.
  • Consigliato l'uso del casco
Piantina della Falesia

1) HAIKU X - 6b

2) HAIKU XII - 7a

3) HAIKU VII - 6c+

4) HAIKU VI - 6b

5) HAIKU I - 6a+

6) HAIKU II - 6c

7) HAIKU III - 6a

8) HAIKU IX - 6c

9) HAIKU IV - 6a

10) HAIKU VIII - 6c+

11) HAIKU XI - 5+


La tua opinione ci interessa; scrivila qui:

Scrivi commento

Commenti: 0